domenica 14 agosto 2016

NON E' DI RODIN

Caro Ulisse, 

anche per tutelare adesso ed in futuro, il tuo pedigree e la tua notissima fama, ho scritto la seguente lettera a LA GUIDA, giornale locale di Cuneo. La lettera è stata correttamente pubblicata e quindi ringrazio. 

Egregio direttore, 

La prego di pubblicare la seguente rettifica di quanto scritto nell’ultimo numero della GUIDA nell’articolo dedicato a “Cuneo, invasa dai cercatori di Pokemon”. Ivi si dice che questi cercatori fanno rifornimento di pokeball (non so cosa siano) in vari luoghi della città, fra cui “nei pressi della statua di Rodin ( il lettore di bronzo in Corso Nizza)”. Ci tengo a correggere questa indicazione perché l’ho vista citata anche in altre occasioni. La nota e fotografatissima statua bronzea di proprietà della Fondazione Casa Delfino e posta dinanzi al suo ingresso in C.so Nizza n. 2, non è opera del grande scultore francese Auguste Rodin, né a lui si ispira . Detta statua è stata ideata da me e realizzata dallo scultore Gaetano Usciatta e non ha nulla a che fare con la nota statua di Rodin da lui denominata “il pensatore” e non si sa a cosa pensi. La nostra statua nella mia idea fondatrice e nel nome di Ulisse da me attribuitole, ha invece un pensiero ispiratore ben preciso: intende comunicare a tutti quelli che la guardano il monito che Dante attribuisce appunto ad Ulisse : “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtude e canoscenza”. Tale pensiero è sintetizzato nel libro che Ulisse legge dove sta scritto: “ragiono e canto”. Questi sono pensieri miei, non di Rodin. Grazie dell’occasione per meglio far conoscere “Ulisse” e cordiali saluti.


ANTONIO SARTORIS 

Cuneo 1° Agosto 2016


Nessun commento:

Posta un commento